/ Guida / Citta e borghi

Citta e borghi

Le città, i borghi, i villaggi del Don colpiscono il turista per le loro diversità e originalità.

Rostov sul Don, il capoluogo , è stata costruita come città commerciale, di mercanti. L’insieme di capolavori architettonici della via Bolshaja Sadovaja e’ un’enciclopedia di stili architettonici di fine XIX – inizio XX secolo.

Novocherkass  fu fondata come nuovo capoluogo dei cosacchi del Don, con un’apertura di strade e piazze, con archi trionfali da parata ed una maestosa cattedrale.

Taganrog -  nella sua storia confluiscono tre sostrati culturali: il periodo antico, l’epoca di Pietro il Grande e poi quello di Chekov, strettamente legato al nome del grande scrittore russo A.P. Chekov. Uno stretto legame con Taganrog ha anche il nome di Giuseppe Garibaldi.

Azov  sembrerà al viaggiatore sorprendentemente silenziosa e provinciale, ma gli enormi fortini di terra del XVIII secolo con porte massicce e la polveriera, fanno venire in mente gli eventi di guerra della storia russa. Testimonianza della grande importanza  di Azov è il fatto che è l’unica città ad aver l’onore di aver dato il nome ad un mare.
I villaggi cosacchi riempiono l’anima per la loro particolare bellezza, per l’armonia, per il colorito tipico delle regioni del Don: Starocherkassk, Veshenskaja, Puxljakovskaja, qui verrete a contatto con la vera ospitalità del Don, con la vera anima e la generosità cosacca, con la irripetibile tradizione musicale delle canzoni cosacche e le indistruttibili tradizioni cosacche.
mensk-Shahtinskij – Millerovo – il villagio Veshenskaja – Morozovsk – Zimljansk – il villaggio Romanovskaja – Konstantinovsk – Azov.«Ferro di cavallo medio»:  Taganrog – Rostov sul Don – villaggio Razdorskaja – villaggio Kochetovskaja – Semikarakorsk – Veselji – Proletarsk – Salsk – borgo Zelina – Zernograd – Azov.
«Piccolo ferro di cavallo»: Taganrog – Tanais – Rostov sul Don – Aksaj – Novocherkassk – Starocherkassk – Azov.
 
Scroll Up